Agent Provocateur: il nuovo lancio Blue Silk

Un nome che è tutto un programma e una casa di lingerie che ha fatto della provocazione il proprio marchio di fabbrica andando al di là del semplice nome già evocativo di per sé. La casa di moda inglese si è lanciata nel mondo dei profumi nel 2000, sposando il binomio moda profumi da sempre vincente, e uscendo da quel momento con più di venti profumi nuovi, grazie a collaborazioni con importanti profumieri di fama mondiale, come Christian Provenzano, Honorine Blanc, Jean Marc Chaillan e Jean Claude Delville, solo per citare alcuni dei principali nasi coinvolti nelle creazioni all’ultimo grido griffate Agent Provocateur. Recentemente, sulla scia del successo della fragranza da donna Aphrodisiaque del 2017, un fruttato floreale che ha spopolato nel mondo del Middle East, la casa britannica è uscita con il nuovo eau de toilette donna 2018, Blue Silk: una fragranza del gruppo orientale fiorita, con decise sfumature chypre che la caratterizzano in modo unico, sin dall’ouverture della composizione affidato a un connubio di note speziate, aromatiche e agrumate.

A dominare la creazione è il pepe rosa, fresco,elegante e indicato per tutte le occasioni, sapientemente combinato con un cocktail di agrumi tipico di mandarino e limone, i più frizzanti e diffusivi fra gli esperidati, che esaltano i delicati effluvi di ginepro, una qualità deterpenizzata di olio che permette di apprezzare l’aroma del gin in tutta la sua completezza ed eleganza.

Nel corpo del profumo si trova un elegante bouquet fiorito di rosa damascena e gelsomino a regalare una celestiale armonia, piacevolmente interrotta dalle nuances fruttate di nettarina e alcuni picchi speziati di cannella scorza a stuzzicare le narici, preparandole a un corpo di composizione stucchevole nella sua unicità con il tono deciso e “dirty” del vetiver abbinato a sentori di muschio animale e fava tonka, elemento naturale di grande pregio e versatilità grazie alle sue innumerevoli sfaccettature che vanno dal gourmand ai sentori terrosi, dalle note di cumarina a caratteri che ricordano il tabacco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here