Fotografare gli effetti di un cosmetico

La tecnologia può aiutare a favorire una ricerca senza test animali. Un esempio è l’utilizzo della macchina Antera 3D per fotografare i risultati dell’applicazione di un cosmetico direttamente sulla cute.

Un gruppo di ricercatori irlandesi e svedesi ha studiato l’efficacia di questo strumento tecnologico che consente di utilizzare volontari per determinare se un prodotto cosmetico è o meno efficacie sulle rughe, per esempio. Nel loro studio i ricercatori hanno arruolato 26 donne, di età compresa tra i 45 e i 70 anni, e hanno dato loro un siero da applicare sulla cute.

Le donne sono poi state sottoposte a una serie di analisi sulla topografia della loro cute: i ricercatori hanno utilizzato la macchina Antera 3D, Derma TOP e analisi di immagini polarizzate parallele. Nel corso dell’indagine sono stati utilizzati vari filtri per assicurare la ripetibilità dei test, la correlazione con altre tecniche di imaging e l’abilità di individuare miglioramenti nella topografia cutanea dovuti all’uso di un cosmetico.

La maggioranza dei parametri utilizzati correlavano molto bene con i parametri del metodo Derma TOP. Non si sono trovate invece associazioni tra i risultati forniti da Antera 3D e quelli delle analisi di immagini polarizzate parallele. Infine, lo strumento ha dimostrato di individuare con facilità i milgioramenti non solo nelle rughe, ma anche nella texture cutanea di una donna. I ricercatori hanno quindi concluso che sia un utile strumento per verificare l’efficacia di un cosmetico prima di introdurlo sul mercato.

Messaraa C1, Metois A. et al. «Wrinkle and roughness measurement by the Antera 3D and its application for evaluation of cosmetic products». Skin Research and Technoogy. Pubblicato online il 24 gennaio 2018. Doi: 10.1111/srt.12436

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29368349

di S.Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here