La caratterizzazione biochimica di una pianta senegalese

Gli autori dello studio hanno determinato la diversità biochimica di campioni di Zanthoxylum zanthoxyloides (Rutaceae) raccolti in Senegal. La composizione dell’olio essenziale della frutta è stata studiata utilizzando un approccio originale basato sulla combinazione della gascromatografia (GC) e della cromatografia liquida (LC), accoppiata con la spettrometria di massa (MS). I frutti di Z. zanthoxyloides mostravano una elevata percentuale di monoterpeni (24.3 – 55,8%) e di composti non terpenici (34.5 – 63,1%). I componenti principali erano il (E) -β-ocimene (12,1-39%), l’acetato di ottile (11,6-21,8%) e il decanolo (9,7-15,4%). I profili biochimici degli oli essenziali di frutta mostravano una elevata variabilità a seconda della località di origine. In seguito i ricercatori hanno confrontato la composizione chimica degli oli essenziali dei frutti con le frazioni volatili delle foglie e della corteccia della stesse piante. L’acido esadecanoico, il germacrene e il decanale sono stati identificati come i principali costituenti delle foglie, mentre le cortecce (della radice e del tronco) presentavano alti livelli di pellitorina (85,8% e 57%, rispettivamente), un composto lineare atipico con gruppo ammidico. L’olio essenziale di frutta ha dimostrato anche interessanti attività antimicrobiche contro Staphylococcus aureus e Candida albicans.

Tine et al., 2017. Chemistry and Biodiversity, 10.1002/cbdv.201600125

di A. Bulgarelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here