Mercato cinese: indagine sui cosmetici

L’Agenzia Regolatoria Cinese (Department For Supervision On Inspection, Aqsiq, China) di recente ha pubblicato i risultati di un’indagine condotta su 148 tipi di tinture per capelli e cosmetici (selezionati casualmente), per i quali sono state valutate la conformità con le norme della Legge cinese sulla qualità dei prodotti e la conformità con le misure di vigilanza sulla qualità dei prodotti. L’indagine condotta dall’AQSIQ ha riguardato principalmente la valutazione dei valori di pH, la presenza di sostanze pericolose come piombo, arsenico e mercurio, e il contenuto di altre sostanze, come il metile
4-idrossibenzoato e la resorcina. Tutti i prodotti cosmetici controllati sono stati valutati sulla base degli standard di qualità e dei requisiti specifici per i prodotti cosmetici.
I principali cosmetici oggetto della valutazione sono stati: tinture per capelli, rossetti, make-up in polvere, talco. Dalle verifiche condotte è emerso che tutti i cosmetici, selezionati casualmente, rispettano i criteri previsti dalle normative vigenti. L’AQSIQ ha inoltre effettuato un confronto tra gli standard previsti dal Ministero della Sanità della Repubblica Popolare Cinese, dal Codice Americano dei Regolamenti Federali (CFR) e dal Regolamento UE sui prodotti cosmetici riguardo ad alcune sostanze pericolose quali mercurio, piombo e arsenico. Da tale confronto è emerso che la concentrazione di mercurio consentita nei tre Paesi è:
– Cina 1 ppm;
– USA 1 ppm;
– UE 1 ppm.
La concentrazione di piombo consentita è:
– Cina 40 ppm;
– USA 20 ppm;
– UE 10 ppm.
La concentrazione di arsenico consentita è:
– Cina 10 ppm;
– USA 3 ppm;
– UE 2 ppm.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here