In questo studio sono stati analizzati campioni di timo rosso (Thymus zygis) e due campioni di timo invernale (Thymus hyemalis) e i loro oli essenziali (EO), ottenuti da piante coltivate nella Spagna sudorientale. Gli estratti sono stati analizzati con gas cromatografia accoppiata con un rilevatore di spettrometria di massa fornendo i dati relativi (%). La composizione dell’estratto risulta essere a base di: timolo (30- 54%), p-cimene (14-27%) e γ-terpinene (8- 28%) nonché 1, 8- cineolo (3-37%), p-cimene (1- 29%), linalolo (8- 13%) e timolo (0-19%). Diversi metodi, per valutare le capacità antiossidante, sono stati applicati agli oli essenziali, concludendo che le loro attività erano principalmente dovute al timolo e al linalolo. L’inibizione dell’attività della lipossigenasi, principalmente dovuta al timolo, p-cimene e linalolo, ha suggerito il possibile utilizzo come anti-infiammatori. Infine, le elevate attività antibatteriche e antimicotiche permettono l’utilizzo come conservanti naturali. I risultati del presente studio supportano il potenziale utilizzo dell’olio essenziale di timo come ingrediente cosmetico e farmaceutico.

Journal of Food and Drug Analysis (2017), Ahead of Print

di C. Lacapra e S.Rum

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here