Pelle giovane e sensuale con la madreperla

La madreperla è un materiale di pregio, di aspetto lucido e perlaceo, di colore iridescente bianco perlaceo e con uno spessore vetroso, corneo. Per la sua composizione è definita un biominerale, cioè una sostanza inorganica formata da un organismo vivente, che ha funzione meccanica e di protezione del mollusco; è costituita per il 95% (66% CaCO3) circa da aragonite e per il restante 5% (2,5%) da un composto organico come la conchiolina (31% H2O, 0,5% elementi in traccia) (tab. 1). È chimicamente composta da piani di aragonite (una forma particolare di cristallo di carbonato di calcio) a struttura esagonale, dallo spessore tra i 0,2 i 0,8 μm e dalla lunghezza tra i 5 e i 10 μm, le misure variano dal tipo di mollusco in esame, sovrapposti parallelamente. I vari piani di aragonite sono inframezzati da sottilissimi piani di materiale organico dallo spessore medio di 30 nm, le macromolecole che lo compongono sono di due tipi: un primo tipo di polimero, composto di proteine idrofobiche e chitina, che è un polisaccaride ed è insolubile con i cristalli di aragonite; mentre un secondo tipo è un polimero composto da amminoacidi con gruppi idrossilici e carbossilici fortemente solubili con l’aragonite. Questa composizione chimica permette di ottenere un orientamento ben preciso dei piani di aragonite permettendone un’elevata cristallinità. Viene descritta come una costruzione di mattoni (prismi di aragonite), cementati dalla materia organica, orientati diversamente nei vari strati.

Tab. 1 – Componenti chimici della madreperla

95% Aragonite (CaCO3)
5% Conchiolina (31% H2O, 0,5% elementi in traccia)
L’interesse nei biominerali in ambito biologico e cosmetico sta prendendo sempre più piede. Questo deriva dal fatto che, se per certi versi sono simili agli analoghi formatisi per via inorganica, per altri versi se ne discostano perché l’interazione tra la fase inorganica e le macromolecole degli organismi che li producono, conferisce loro particolari proprietà fisiche. La madreperla è dotata di eccellenti proprietà meccaniche, di durezza e resistenza alla flessione che hanno destato da sempre un notevole interesse nei diversi campi delle scienze dei materiali e della cosmetica. Negli ultimi anni si sono intensificati i tentativi di comprendere come le macromolecole controllino la formazione dei biominerali, il meccanismo della loro formazione nella madreperla non è ancora stato chiarito. Questa composizione organica offre alla madreperla un’elevata cristallinità e notevoli proprietà meccaniche di durezza e di resistenza che la vedono utilizzare in diversi settori industriali. In arte veniva e viene ancora usata per la realizzazione di disegni a intarsio, nelle decorazioni di mobili, soprattutto in epoca rinascimentale, altri utilizzi sono per gioielleria e bigiotteria, posate, bottoni, mosaici, ventagli, binocoli, tasti per strumenti musicali. Ma abbiamo dovuto attendere gli ultimi anni perché i cosmetologi utilizzassero la madreperla con un approccio scientifico ai problemi cutanei.

La madreperla in cosmetica
Oggi la madreperla grazie ai suoi costituenti minerali è sempre più spesso una tendenza nella cosmetica, come i vegetali lo erano negli anni ‘80. Quest’orientamento dovuto alla concomitanza di innovazioni tecnologiche e di un interessamento dei consumatori per un ritorno alla natura. L’utilizzo razionale dei benefici della madreperla in cosmetica cade essenzialmente sui suoi minerali su cui cadono le proprietà cosmetologiche per eccellenza. L’interesse come biominerale è visto in alcuni versi come ai minerali in generale che si sono formati per via inorganica, per altri versi se ne discosta perché l’interazione tra la fase inorganica e le macromolecole degli organismi che li producono, conferisce loro particolari proprietà fisiche. Nonostante negli ultimi anni si siano intensificati i tentativi di comprendere come le macromolecole controllino la formazione dei biominerali, il meccanismo della loro formazione nella madreperla non è ancora stato chiarito. Il nostro interesse nella madreperla è più naturalistico, non siamo interessati alla sintesi di questo meraviglioso materiale, quanto a capire se la sua organizzazione lamellare depositata sulla pelle di un individuo possa migliorarne l’aspetto, donando elasticità, resistenza, trasparenza e bellezza. I biominerali della madreperla presenti sottoforma di microcristalli riflettono la luce e permettono così numerose applicazioni. Per questa ragione i filtri solari divennero a base minerale negli anni ’90. Le proprietà di riflessione della luce vengono utilizzate nel trucco minerale: la varietà delle madreperle e dei loro colori permette un adattamento perfetto alla carnagione. Il trucco minerale ha prima invaso gli Stati Uniti, poi quest’onda, rapidamente divenuta uno tsunami, ha fatto un’entrata trionfale in Europa. Tuttavia, l’utilizzo più spettacolare delle proprietà fisiche dei minerali ha avuto inizio grazie a qualche marchio pioniere nel campo dei prodotti di bellezza. La madreperla con i suoi minerali, sotto forma di microparticelle, possono essere inseriti nelle formule di emulsioni, gel o altri trattamenti. Calibrando la taglia delle microparticelle in maniera corretta, queste possono colmare le rughe e i microrilievi cutanei. Grazie all’effetto di riflessione della luce, chiamato effetto “soft focus”, si ottiene una diminuzione della percezione visiva delle rughe. Tale effetto viene spesso paragonato all’effetto “flou” delle fotografie. La madreperla eccelle in questo ruolo: la sua struttura cristallina esagonale a facce parallele dona una luminosità grazie alla quale è stata osservata una diminuzione della percezione delle rughe del 60%. Ovviamente anche la luminosità del colore verrà esaltata. La piezoelettricità è un’altra proprietà fisica delle microparticelle della madreperla. Sotto l’effetto di uno stimolo, la madreperla con i suoi biominerali si polarizzano ed emettono energia in forma di raggi infrarossi. La pelle assorbe l’energia e la sua temperatura aumenta di circa 1 °C. Questo aumento, impercettibile all’applicazione del prodotto, migliora la microcircolazione.

Tendenza e ricerca: la polvere
La polvere di madreperla, prodotto sempre più di moda nei centri estetici e specializzati, per le sue interessanti applicazioni e proprietà che hanno come scopo finale la cura e la bellezza del nostro corpo rivelarlo è il quotidiano “Le Figaro”, che ha annunciato studi in corso, condotti da Evelyne Lopez, ricercatrice biologa del Museo di Storia Naturale di Parigi. Lopez ha scoperto che frammenti di madreperla estratta da una particolare ostrica perlifera polinesiana sarebbero in grado di avere interessanti proprietà nelle applicazioni biomediche volte a rinforzare le vertebre indebolite dall’osteoporosi e come fonte di proteine per tonificare e ringiovanire la pelle. La ricercatrice ha spiegato che partendo dalla considerazione che lo strato più esterno del corpo è formato da minuscole squame cheratiniche, ha ipotizzato che le qualità rigeneratrici della madreperla potessero favorire la “riparazione” della pelle. Alcune proteine estratte dalla madreperla sarebbero in grado di combatterne l’invecchiamento. Agirebbero tonificando gli strati profondi della cute, rendendo così la pelle in superficie più elastica e liscia. Sempre più spesso si cerca l’associazione di prodotti di alta qualità con l’utilizzo di una tecnologia avanzata che hanno come scopo quello di offrire alla pelle glamour e buonumore. Sempre più di tendenza è l’utilizzo del biominerale madreperla sottoforma di polvere utilizzata sul corpo che dona una pelle liscia e ben nutrita, dagli straordinari effetti perlacei. Il trattamento con la polvere di madreperla dura all’incirca un’ora e si suddivide in due fasi. In una prima fase si realizza lo scrub del corpo alla polvere di madreperla con posa di qualche minuto e doccia. Nella seconda fase, si esegue un grande impacco di polvere di perla bianca e, durante il tempo di posa, si opera un lungo massaggio che vi coinvolgerà in un relax totale. L’impacco di madreperla viene infine rimosso con asciugamani caldi e la seduta si conclude con una vaporizzazione di acqua termale pura al cento per cento. L’effetto finale è duplice: una pelle setosa e trasparente che manterrà un alone perlescente per diversi giorni e un nuovo stato di benessere fatto di serenità e distensione.

Perché curare la pelle?
La cura della pelle è un fattore essenziale per la salute dell’essere umano. Solo se la pelle è sana i diversi processi metabolici possono funzionare correttamente. Una pelle sana permette inoltre di avere un fascino particolare, mentre una pelle splendente procura delle profonde sensazioni di felicità. Per avere una pelle sana e bella è indispensabile curarla nella maniera più giusta. Quindi quale modo migliore se non quello di curare correttamente la pelle utilizzando esclusivamente prodotti naturali e di qualità superiore. Molti prodotti industriali contengono purtroppo degli additivi chimici che irritano la pelle e possono anche danneggiarla se usati per un periodo prolungato. Invece, l’utilizzo di materie prime sicure e naturali di qualità superiore esplicano benefici effetti curativi come quelli offerti dalla madreperla che vengono sempre più spesso sfruttati anche nella cura della pelle. Tutti i prodotti alla madreperla infatti contengono minerali e microelementi. Questo rende i prodotti alla madreperla unici e di qualità superiore. Non solo,ma grazie all’azione anti-age dei cosmetici alla madreperla che si possono utilizzare per rivitalizzare qualsiasi tipo di pelle sia a scopo preventivo che terapeutico. Infatti, con il passare degli anni, si sa, la cute subisce profonde modificazioni strutturali che interessano le sue diverse componenti: all’esame obiettivo si osserva diminuzione del tono e dell’elasticità, assottigliamento, secchezza, comparsa di rughe e di depressioni cutanee. La formulazione del complesso è basata, precisamente, su cinque gruppi di ingredienti: aminoacidi, vitamine, minerali, coenzimi, acidi nucleici destinati alla stimolazione dei differenti metabolismi biologici della pelle, favorendo le diverse reazioni biochimiche cellulari, permettendo una vera ristrutturazione del tessuto cutaneo. In particolare, i biominerali della madreperla esplicano indispensabili funzioni meccaniche, di protezione e di sostegno per la pelle.

Dal mineral make-up alla madreperla
I mineral make-up sono cosmetici minerali formati esclusivamente da miscele di pigmenti minerali puri, come l’aragonite, sali minerali (carbonato di calcio) e ossidi, senza additivi, coloranti, profumi, olii o altri ingredienti chimici (tab. 2).

Tab. 2 – Le funzioni dei mineral make-up alla madreperla

Anallergici
Rigenerano la pelle
Favoriscono la traspirazione della pelle
Donano leggerezza alla pelle
Grande potere colorante
Altamente versatili e resistenti
Anti-age
Nutrienti
Tonificano e rafforzano la pelle
Riparano la cute
Il successo dei mineral make-up alla madreperla è da ricercare nel fatto che questi fanno bene alla pelle. La madreperla è impiegata da tempo nella cosmetica cinese e giapponese per le sue proprietà anti-età, la polvere di madreperla, con i suoi nove aminoacidi essenziali e il suo ricco pool di oligoelementi, stimola il metabolismo cellulare e favorisce il rinnovamento epidermico che tende a rallentare con il passare del tempo. Ad azione lenitiva ed emolliente si prende cura. Ad oggi sappiamo che il mineral make-up è generalmente ben sopportato da ogni tipo di pelle e non occlude i pori (non comedogeno) ma lascia respirare la cute. La sensazione che si prova all’applicazione dei mineral make-up è di totale leggerezza: niente unto, niente pori tappati, niente pelle che tira. I cosmetici minerali inoltre aderiscono all’olio naturale della pelle e formano una sorta di barriera impenetrabile ma allo stesso tempo traspirante. I trucchi minerali hanno un grande potere colorante infatti i cosmetici minerali hanno un potere colorante nettamente superiore a quello dei trucchi tradizionali. Per questo basta una piccolissima quantità di prodotto per coprire tutto il viso o farci belle. I mineral make-up sono altamente versatili di fatto i cosmetici minerali possono essere usati in tanti modi diversi: come ombretti, mescolandoli fra loro, creando nuove sfumature, dando loro l’effetto bagnato con un poco d’acqua. Oppure possono essere aggiunti al rossetto per illuminare le labbra, al mascara ma anche al fard o alla terra. I cosmetici minerali possono essere utilizzati sottoforma di polvere, mischiati ad acqua o creme idratanti per renderli fluidi. Oltre che possono unire due fondotinta o due ombretti diversi per ottenere nuance inedite. Il trucco minerale è più duraturo, il make-up minerale è inerte e non viene assalito dai batteri perché contiene materiale inorganico. È per questo che può durare anche anni, senza alterare le proprie caratteristiche minimamente. I cosmetici minerali sono a lunga tenuta. Infatti, i pigmenti dei trucchi minerali aderiscono perfettamente alla pelle, hanno un’ottima tenuta, coprono bene ed sono molto duraturi. Il sudore o altri fattori esterni non incidono sulla loro tenuta.
Le forme strutturali e organizzative dell’aragonite: (a) esagonali, (b) parallelepipedi, (c) piano.

Il peeling viso
Peeling ad azione meccanica con madreperla d’ostrica e cristalli di alluminio idrossido è uno dei cosmetici giorno dopo giorno sempre più usato. È ideale per favorire il rinnovamento dello strato superficiale della pelle ed esercitare un’azione anti età. Il peeling con la madreperla è un vero protocollo professionale che “leviga” l’epidermide grazie ai cristalli di ossido di alluminio, in grado di esfoliare la pelle in profondità, stimolare l’ossigenazione cutanea e ottimizzare la penetrazione di un concentrato di principi attivi, nutritivi e rivitalizzanti. I risultati sono visibili e rapidi: le imperfezioni cutanee vengono rapidamente levigate; la grana della pelle affinata; i pori si richiudono; la pelle ritrova splendore, tonicità e idratazione. Il trattamento con la madreperla può essere arricchito da altri estratti naturali, come la pregiata frazione insaponificabile di avocado, esalta proprietà nutrienti e anti età; da ceramidi, che agiscono rinforzando l’impalcatura cutanea, o da vitamine, che prevengono i fenomeni ossidativi alla base dell’invecchiamento cellulare.

 di P.Ponzo

CONDIVIDI
Articolo precedenteViaggiare leggeri
Prossimo articoloAcido ialuronico & Co.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here