Utilizzo di polimeri contro le rughe facciali

Molti polimeri cosmetici si restringono all’essiccazione, producendo una forza di trazione se rivestiti su un substrato.

L’idea che ha guidato il presente studio è quella di utilizzare questa forza tensile per levigare rughe e pori nella pelle del viso. In questo lavoro, in particolare, sono stati valutati due polimeri, un polivinilpirrolidone (PVP) e un poliacrilato, per le proprietà di rassodamento della pelle, attraverso la conduzione di uno studio clinico in doppio cieco, controllato con placebo e randomizzato con 32 volontarie di 35-65 anni di età, che hanno percepito e valutato una perdita di elasticità della pelle. Entrambi i polimeri sono stati formulati in un’emulsione cosmetica di modello con poliisobutene idrogenato come fase oleosa.

I risultati sono stati valutati misurando la compattezza della pelle allo stato basale e dopo ogni applicazione del prodotto. Inoltre, sono state registrate, con uno strumento di proiezione con frangia, le immagini del viso: le misurazioni rassodanti hanno indicato che entrambi i polimeri hanno istantaneamente rafforzato la pelle del viso, mentre il prodotto placebo non offriva alcun beneficio significativo. Tuttavia, nella valutazione clinica, solo il polimero di poliacrilato ha prodotto miglioramenti statisticamente significativi delle dimensioni delle rughe e della compattezza della pelle sul viso, senza significative lamentele da parte del consumatore come per esempio l’appiccicosità.

J Cosmet Sci. 2018 Mar/Apr;69(2):131-143.

di C. Lacapra e S. Rum

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here