Kosmetica, l’evento Essenziale per il mondo della bellezza

Si è tenuto nella mattinata di giovedì 20 giugno, nell’elegante cornice dell’Hotel Sheraton a Milano, il tradizionale convegno annuale organizzato da Kosmetica. Dedicata all’Essenziale, questa edizione, la nona, è stata anche l’occasione per festeggiare il sessantesimo anniversario del Gruppo Tecniche Nuove.

345 partecipanti hanno preso parte a un evento coinvolgente, con relatori di altissimo livello che non hanno mai lasciato cadere l’attenzione, avvicendandosi sul palco in un tempo che è letteralmente volato.

Hanno fatto gli onori di casa Ivo Alfonso Nardella, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Tecniche Nuove, e Giovanni D’Agostinis, Direttore scientifico di Kosmetica e organizzatore dell’evento.

«Essenziale è stata una scelta difficile, togliere per arrivare all’essenza è una sfida importante soprattutto in un mondo che cambia e deve essere rispettoso della catena del valore. Ci vuole un equilibrio e un’essenzialità anche nella comunicazione e nel modo di raccontare il prodotto», ha sottolineato Nardella.

Prepararsi ad una sfida epocale

D’Agostinis ha poi ricordato «come tutto il mondo, e di conseguenza anche quello cosmetico, si stia preparando ad una sfida epocale, ovvero l’avvento dell’AI, l’intelligenza artificiale, e di come, in un’ottica di essenzialità, sia importante concentrarsi sugli attivi nonostante il veicolo rivesta la sua importanza. L’obbiettivo, anche con l’aiuto dell’AI, dovrebbe essere formulare con ingredienti possibilmente provenienti da fonti rinnovabili e ridurre al minimo il packaging: ottenere un prodotto veramente essenziale significa fare bellezza».

Benedetto Lavino, presidente di Cosmetica Italia – Associazione delle imprese cosmetiche, ha presentato l’anteprima dei dati del 2024, dai quali si evince come il comparto cosmetico stia diventando uno dei settori essenziali del “nuovo” made in Italy – con una crescita rispetto allo scorso anno di circa il 10% – e di come l’Associazione stia spingendo congiuntamente a Cosmetics Europe a livello europeo per rendere il cosmetico un bene essenziale.

L’essenzialità vista delle aziende

Si sono quindi avvicendati sul palco relatori provenienti dal mondo delle aziende cosmetiche. Cecilia Elena Schena, Chief Marketing Officer di Kiko Milano, ha parlato di essenzialitĂ  e rilevanza dal punto di vista del consumatore; essenziale come necessario, sostanziale, semplificato e rilevante declinato al prodotto cosmetico.

Elena Galiano, Scent Sustainability Director di IFF – International Flavors & Fragrances, ha affrontato il tema del design consapevole delle fragranze e di come sia necessario e fondamentale integrare la sostenibilità nei processi di business.

Con Maria Grazia Perrotti, Marketing Director Prestige di Shiseido Group Italy, il tema principale è stato come innovare nel green&clean grazie a conscious beauty e nature tech skincare sfruttando nuove tecniche di agricoltura verticale, presentando in anteprima una nuova linea in uscita a fine settembre sul mercato europeo.

Simone Targetti Ferri, direttore Sostenibilità di L’Oréal Italia, ha messo l’accento sull’essenzialità del refill e dell’ecodesign nei prodotti cosmetici nell’ambito delle strategie di decarbonizzazione a livello aziendale.

Ugo De Giovanni, General Manager Personal Care Italia, Marketing Lead Oral Care Europe e General Manager Pharma Europe di Unilever, ha spiegato come coniugare sostenibilità e innovazione nel mercato dei prodotti per l’igiene orale.

Cambridge e Bologna per i contributi accademici

Due importanti contributi sono giunti da personalitĂ  accademiche. Il primo, riguardate il packaging, dalla professoressa Paola Fabbri, docente di Scienza e tecnologia dei materiali presso l’Alma Mater Studiorum – UniversitĂ  di Bologna.

Fabbri ha mostrato come la plastica sia ancora il materiale più usato nel packaging cosmetico e non solo, e di come si possa lavorare per cercare di renderlo sostenibile, in quanto difficilmente sostituibile, ponendo l’accento sulla problematica dell’innovazione frammentata e sulle normative, pure frammentate e in alcuni casi addirittura discordanti a causa di dettami politici.

L’ultimo intervento è stato affidato a Giulio Deangeli, ricercatore Computer Lab, University of Cambridge, ventinovenne plurilaureato esperto in neuroscienze che ha coinvolto la platea in un’interessantissima panoramica sul funzionamento dell’intelligenza artificiale e del machine learning, le similitudini con le reti neurali ed applicazioni future anche nell’ambito cosmetico.

Ha chiuso la mattinata una tavola rotonda in cui cinque esperti, imprenditori del mondo cosmetico, hanno disquisito sull’essenzialità declinata al loro specifico ambito: Alessandro Bartoloni, General Manager di Macco; Roberto Bottino, CEO di Ancorotti Cosmetics; Rosella Malanchin, CEO di ROELMI HPC e Marco Piacentini, amministratore delegato di Eurofins Cosmetics & Personal Care Italy.

Il contributo degli sponsor

Si rinnovano, infine, i ringraziamenti agli sponsor Gold e Silver per il fondamentale contributo al successo di questa edizione.

Gold sponsor: Faenza Packaging, Macco, Membrane

Silver sponsor: Ancorotti Cosmetics, Bio Basic Europe, Complife Group, Cosmoproject, Eurofins Cosmetics & Personal Care, Gale & Cosm, IDM Automation, Kalichem, N&B Natural is Better, Roelmi HPC, Rols, Urai, Variati