Nuovo metodo per la quantificazione del sebo e la classificazione del tipo di pelle

La richiesta di prodotti per la cura della pelle personalizzati è in rapida crescita negli ultimi anni. Al fine di fornire prodotti adatti a ciascun cliente in base alle sue caratteristiche, è necessaria un’accurata valutazione delle condizioni della pelle, nonché stabilire un metodo remoto e conveniente per quantificare le condizioni della cute.

Nel presente articolo gli scienziati hanno stabilito un nuovo metodo per quantificare l’escrezione di sebo facciale, utilizzando Sebutape e un nuovo modello utile per la classificazione oggettiva del tipo di pelle. In totale, sono stati raccolti 2173 campioni di quantificazione del sebo e successivamente sono stati classificati in 4 tipi di pelle, riscontrando un buon accordo tra i sottotipi di pelle soggettivi e oggettivi. Il 60,33% del rilevamento è risultato coerente e la percentuale di discrepanze è risultata solamente dello 0,55%.

La principale discrepanza veniva causata da criteri ampi per la classificazione del tipo di combinazione. Quantificare l’escrezione di sebo aiuterà a descrivere e analizzare facilmente lo stato della pelle, che risulta anche correlato all’età, infatti i livelli di sebo nelle donne cinesi raggiungono il picco tra i 20 ei 30 anni e diminuiscono drasticamente dopo i 40 anni. Questo nuovo metodo quantitativo del sebo è risultato ben coerente con il tipo di pelle auto-riferito e, inoltre, fornisce all’industria cosmetica un potente strumento per valutare con precisione le condizioni della pelle e consigliare, di conseguenza, prodotti personalizzati.

J Cosmet Dermatol Feb;20(2):677-683 (2021)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here