Un incontro con il futuro

L’OréalDurante l’Innovation Day di L’ Oréal, tenutosi nella sede di Milano, è intervenuto Guive Balooch, scienziato impegnato nell’introduzione di tecnologia all’avanguardia nel settore della bellezza.

Californiano di nascita, ha conseguito un B.A in Biologia Molecolare e Cellulare presso l’Università della California a Berkeley e un Ph.D. in Biomateriali presso l’Università della California a San Francisco.

In qualità di Global Vice President dell’incubatore tecnologico di L’Oréal, con sede a Clark in New Jersey (USA), Guive Balooch ha accompagnato la multinazionale nella sua evoluzione da tradizionale azienda della bellezza a vero e proprio Tech Player, in grado di rivoluzionare il settore portando esperienze di bellezza digitali a consumatori di tutto il mondo.

L’Oréal
Guive Balooch

Ha presentato alcuni casi innovativi: Make up Genius e Nail Genius simulatori di make-up e nail art, virtuali e a realtà aumentata, che ricreano un trucco che simuli perfettamente quello reale, su di un’immagine del viso non più statica, ma che si può muovere fino a 60°. Le Teint Particulier Custom Made Foundation di Lançome, tecnologia brevettata, permette di creare un fondotinta che si adatti perfettamente alla tonalità della carnagione. I dati vengono raccolti scannerizzando la pelle con un sofisticato sistema di algoritmi che arriva a generare fino a 7200 nuance diverse. Erogandone un campione di 11 ml, la formula viene stesa sul viso e qualora soddisfi i parametri stabiliti, si procede con la creazione del fondotinta su misura. My UV-Patch di La Roche-Posay, un adesivo sottile e trasparente che aderisce perfettamente all’area di pelle da monitorare: con sostanze fotosensibili che cambiano colore quando vengono esposte ai raggi UV, fornisce informazioni personalizzate sull’esposizione solare attraverso l’app My UV Patch. Kérastase Hair Coach , una spazzola che integra la tecnologia avanzata e product design di Withings per monitorare gli effetti della beauty routine haircare sulla qualità dei capelli, attraverso sensori Wi-Fi o Bluetooth. Abbinata a un’app mobile, che tiene in anche l’impatto delle condizioni atmosferiche, la spazzola consente di avere informazioni e suggerimenti utili a migliorare la cura dei capelli. Kérastase Hair Coach ha vinto il Premio 2017 per l’innovazione che l’International CES dedica ogni anno alle migliori tecnologie applicate ai prodotti di elettronici.

Il futuro, dice Balooch, ci riserva sempre più una connessione e un interscambio dati e studi fra la tecnologia e la salute/bellezza, per una sempre maggiore personalizzazione. Sarà necessario un cambio di mentalità e di approccio al prodotto stesso, il quale sarà strettamente legato anche al concetto del “riciclo” e “impatto ambientale”.

di I.Borgna

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here