Proprietà della cute: nuovo metodo 3D per studiarle

Quando si studia un cosmetico e i suoi effetti sulla cute umana, può essere utile avere a disposizione strumenti per la valutazione delle proprietà meccaniche della cute. Recentemente un gruppo di ricercatori statunitensi della Divisione Clinical Innovation Research di Estee Lauder Companies ha messo a punto un nuovo metodo, basato sulla 3D Digital Image Correlation (DIC). Si tratta della prima applicazione di questa avanzata tecnologia di visione alla ricerca clinica cosmetica.

Come risultato, per la prima volta è possibile osservare la deformazione e lo spostamento della cute quando soggetta a perturbazione meccanica con una risoluzione molto alta (micron) e, nel contempo, visualizzarla su superfici ricostruite in 3D.

La ricerca offre quindi un nuovo strumento per misurare in modo accurato e intuitivo le proprietà meccaniche della cute, e di conseguenza gli effetti dei prodotti cosmetici su tali proprietà. Il protocollo è stato studiato su donne di età compresa tra i 25 e 65 anni e ha dato ottimi risultati nel dividere le partecipanti rispetto alle proprietà meccaniche della cute, con margini di errore in alcuni casi inferiori al 6%.

Di più, DIC ha mostrato di dare risultati coerenti a quelli ottenuti con una tecnica di misura convenzionale, Cutometer. In aggiunta, la ricerca mostra che le metriche di DIC potrebbero potenzialmente offrire un nuovo modo di studiare altre proprietà meccaniche della cute, sin qui non rilevate dagli strumenti tradizionali.

A novel method to measure skin mechanical properties with three‐dimensional digital image correlation. Z. Xu, J. Dela Cruz et al. Skin Research & Technology. Pubblicato online il 6 giugno 2018. Doi: https://doi.org/10.1111/srt.12596

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/srt.12596

di S.Somaré

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here