REACH e fragranze: ultimi aggiornamenti

fragranzeIl regolamento REACH è diventato effettivo in Europa dal giugno 2007, dopo un’iniziale fase di pre-registrazione e la dichiarazione degli usi ai fornitori per il completamento degli scenari di esposizione si è giunti alle deadlines di registrazione: la prima del 1 dicembre 2010 per le sostanze prodotte/importate con quantitativi maggiori o uguali a 1000 T/anno e la seconda con data 13 giugno 2013 per le sostanze in quantità comprese fra 100 e 1000 T/anno.

Per la terza fase la deadline sarà quella del 1 giugno 2018, per le sostanze usate in quantità maggiore o uguale ad 1 T/anno, e la maggior parte delle grandi aziende produttrici guarda a tale data da tempo.

Per quanto concerne le fragranze è giusto sottolineare come esse siano miscele, e pertanto non devono essere registrate sotto al REACH, le case essenziere e i produttori finali secondo la classificazione REACH sono indicati come DU (Downstream Users) e pertanto devono preoccuparsi di assicurarsi che le materie prime acquistate dai fornitori siano state registrate al REACH, verificare che l’uso della sostanza sia tra quelli consentiti dal fornitore e rispettare gli scenari espositivi indicati nelle schede di sicurezza dei singoli componenti.

Le case essenziere si sono attrezzate da tempo per ricevere tempestiva comunicazione sulle materie prime utilizzate nelle loro composizioni per avere i certificati di registrazione al REACH da parte dei normali fornitori di materie prime, siano esse di origine sintetica o naturale in modo da essere conformi alla legge e aver il tempo necessario per eventualmente sostituire alcune sostanze che i correnti fornitori non hanno potuto o voluto registrare al REACH. La maggior percentuale dei prodotti impiegati dai nasi nella realizzazione delle loro creazioni è già passata attraverso le fasi di registrazione precedenti, soprattutto per quanto concerne molte note di testa e fondo utilizzate in quantità importanti, mentre invece alcune note di testa andranno incontro alla deadline del 2018, in quanto presenti nelle formulazioni molto spesso in tracce o valori infinitesimali.

di L.Ilorini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here