Tagete: nuove limitazioni per il mondo fragrance

Dopo lunghe consultazioni pubbliche, come già preannunciato in qualche modo dal regolamento 1223/2009 dei prodotti cosmetici, ha deciso di limitare e/o bandire alcuni derivati dall’olio di tagete, una pianta dai fiori coloratissimi originaria del Messico e degli Stati Uniti d’America sud-occidentali, molto apprezzata dai profumieri che l’hanno utilizzata molto spesso, soprattutto per quanto riguarda il mondo del fine fragrance e la profumeria di nicchia. Come già recentemente accaduto per il Lyral (HICC), i prodotti cosmetici contenenti il Tagete nelle sue diverse forme non potranno essere più prodotti dopo una determinata data, fino a esaurire totalmente la presenza di tagete nelle profumazioni degli articoli finiti in commercio: più nello specifico dal 1 maggio 2019 non potranno più essere immessi sul mercato dell’UE prodotti non conformi alle restrizioni in tale ambito e dal 1 agosto 2019 gli stessi dovranno essere ritirati dal mercato.

L’adeguamento del regolamento nello specifico ha deciso di restringere l’utilizzo degli estratti di Tagete Patula e Tagete Minuta, e i relativi oli estratti dai fiori, alla concentrazione massima dello 0,01% nei prodotti cosmetici leave-on e di 0,1% nei rinse-off, inoltre il contenuto di alpha tertienyl (terthiophene) negli estratti e oli non deve superare lo 0,35%, in seguito alle indicazioni fornite da SCCP dopo consultazione pubblica, in modo da non rappresentare un problema per la salute, andando a enfatizzare la decisione presa per quanto concerne i derivati di Tagete Erecta, il cui uso è stato ufficialmente proibito nei prodotti cosmetici.

Il nuovo regolamento è entrato in vigore a fine luglio 2018, obbligando diversi produttori di finiti a domandare alle fragrance houses di verificare puntualmente la presenza dei derivati del Tagete all’interno della rosa di essenze che venivano da loro stessi acquistate, riuscendo a richiedere per tempo e qualora sia necessario dei rilavori puntuali alle case madri delle ditte essenziere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here