Analisi cellulare in tempo reale per l’irritazione cutanea

Uno studio del Centro Tossicologico dell’Alberta, del Dipartimento di Fisiologia e Farmacologia della Facoltà di Medicina dell’Università di Calgary, in Canada, ha presentato un nuovo approccio in vitro per valutare l’irritazione oculare basato su una tecnologia microelettrica per valutare le cellule nervose, in sostanza un’analisi cellulare in tempo reale (real-time cell analysis – RTCA).

Il metodo è stato testato su 16 composti per valutarne la citotossicità in due linee celluleri: ARPE-19 (retina umana) and SIRC (cornea di coniglio). Gli autori hanno quindi determinato l’IC50, o concentrazione inibente, e la AUC50 di queste sostanze a 6, 12, 24, 48, 72 e 96 ore di esposizione.

I valori sono stati confrontati con quelli noti dal test MMT. I risultati hanno mostrato che la correlazione migliore si ha con la linea cellulare di derivazione umana: ecco quindi che i valori di IC50 ottenuti con le cellule ARPE-19 sono stati utilizzati per predire la classificazione UN GHS/EU CLP per ogni composto. Il metodo ha mostrato una sensibilità del 90%, una specificità del 50% e una concordanza del 75%. Dati gli esiti, gli autori ritengono l’approccio RTCA adeguato a essere incorporato in una strategia top-down per identificare gli irritanti oculari.

Moe B, Berezowski KL, Huang DY, Dey I, Xie L, Ling ZC, Kinniburgh DW. A microelectric cell sensing technique for in vitro assessment of ocular irritation. Toxicol In Vitro. 2021 Feb 23;73:105124. doi: 10.1016/j.tiv.2021.105124. Epub ahead of print. PMID: 33636280.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here