Ecotossicità, biodegradabilità e proprietà dei solventi ad uso cosmetico

Da molti decenni, il gamma-valerolattone (GVL) è noto per essere un eccellente solvente, che, oggi, può essere realizzato con materiali sostenibili. Sebbene numerose pubblicazioni lo lodino come molto verde e versatile, GVL non ha mai raggiunto il livello di un prodotto industriale su larga scala. Mancano anche dati rilevanti sulla tossicità e sulla biodegradabilità. In questo documento presentiamo tali dati. Inoltre, facciamo uno studio dettagliato, basato su Hansen soly. parametri (HSP) e calcolati con COSMO-RS per identificare solventi nocivi che potrebbero essere potenzialmente sostituiti da GVL e proporre una serie di ulteriori applicazioni di questa sostanza.

I test di tossicità con piante acquatiche, batteri, invertebrati e una linea cellulare di vertebrati hanno indicato una bassa tossicità acuta del GVL nei confronti degli organismi acquatici. Inoltre, GVL ha dimostrato di essere facilmente biodegradabile, il che rafforza ulteriormente il suo potenziale come solvente “verde”.

HSP accurato di GVL sono stati proposti e utilizzati in aggiunta ai calcoli COSMO-RS per confrontare le sue proprietà solventi con quelle dei classici solventi organici. Una somiglianza di GVL con diversi solventi, è stato trovato N-metil-2-pirrolidone (NMP) e DMF (DMF).

Sulla base dei risultati, si è concluso che GVL fosse interessante come solvente verde di alcuni polimeri, come agente detergente in varie formulazioni di vernici e rivestimenti, nonché come solubilizzante in cosmetici, prodotti farmaceutici o agrochimici.

Green Chemistry (2021), Ahead of Print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here