Azione antimicrobica di un dentifricio a base di erbe

I dentifrici a base di erbe sono più sicuri ed efficaci, a causa della presenza di sostanze chimiche naturali rispetto ai dentifrici «sintetici».

Il presente studio ha avuto come scopo la formulazione di un dentifricio poliedrico, utilizzando piante medicinali accessibili in Iran, e la valutazione della sua efficacia nella protezione dell’igiene orale e nella prevenzione della carie dentale. Il dentifricio sviluppato era costituito dagli estratti fogliari di Artemisia dracunculus, Satureja khuzestanica (Jamzad) e Myrtus communis (Linn), combinati in quattro diverse diluizioni, ovvero 1: 4 (25%), 1: 1 (50%), 3: 4 (75%) e (100%), con acqua distillata sterile.

Il prodotto è stato testato su cinque microrganismi, tra cui Streptococcus mutans, Lactobaccilus caseine, S. sanguis, S. salivarius e Candida albicans, utilizzando il metodo di diffusione del pozzo di agar. Dopo 24 ore di incubazione, i risultati hanno mostrato che i diametri medi massimi della zona di inibizione contro L. caseie e C. albicans erano di 17-30 e 10-25 mm, rispettivamente. Inoltre, il diametro medio minimo della zona di inibizione contro S. salivari era stimato essere pari a 15-20 mm.

Il dentifricio formulato ha mostrato potenti attività inibitorie contro i batteri Gram-positivi e C. albicans. Pertanto, la formulazione si rivela promettente anche se restano necessari ulteriori studi per valutare con precisione l’efficacia del dentifricio formulato.
Curr Med Mycol. – Jun;4(2):21-26 (2018)

di C. Lacapra e S. Rum

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here