Brasile: proposto modello di epidermide da cellule immortalizzate

Un team di ricerca dell’Università di San Paolo, in Brasile, ha sviluppato un nuovo modello Equivalente all’Epidermide Umana (HEEs) basato su cellule HaCaT immortalizzate: questo presenta importanti marker di differenziazione cellulare, come CK10, CK14, involucrina e fillagrina. Neo del modello, presenta uno strato corneo modesto.

Nonostante ciò, gli studi condotti sul modello hanno mostrato un buon potenziale di predizione nel distinguere tra sostanza irritanti e corrosive già suggerite dai protocolli OECD, indicando una buona sensibilità, specificità e accuratezza.

Gli autori hanno poi validato l’uso del modello per determinare la presenza di formazano utilizzando la cromatografia HPLC: in questo caso le caratteristiche considerate sono state linearità, riproducibilità, robustezza, accuratezza, precisione, selettività ed effetto matrice, come indicato dalle Linee Guida della Food and Drug Administration (FDA). Gli esiti delle prove cui è stato sottoposto il modello portano gli autori a indicarlo come accettabile per effettuare una serie di test predittivi. Ovviamente è necessario sottoporlo a ulteriori prove o migliorarne, per esempio, lo sviluppo dello strato corneo.

C.A. Mini, S.A.C. Dreossi, F.R. Abe, S.S. Maria-Engler, D.P. Oliveira. Immortalized keratinocytes cells generates an effective model of Epidermal Human Equivalent for irritation and corrosion tests. Toxicology in Vitro, Volume 71, 2021. Doi: https://doi.org/10.1016/j.tiv.2020.105069

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here