Come gli ingredienti influenzano la texture di un prodotto cosmetico?

Le proprietà sensoriali hanno una grande importanza per i cosmetici e i prodotti per la cura della persona. Se la letteratura consente di consultare articoli confrontando diverse formulazioni sui loro attributi sensoriali, ci sono solo alcuni articoli riguardanti gli ingredienti. L’obiettivo generale di questo lavoro era quello di realizzare uno studio originale che combinasse la valutazione sensoriale delle diverse nature degli ingredienti, al fine di avviare un set di dati sensoriali che potrebbe aiutare i ricercatori a identificare le caratteristiche sensoriali differenziate, nonché avviare un confronto tra misurazioni strumentali dei dati sensoriali e del “texturometer”.

Oli, estratti glicolici, burro e amido sono stati valutati in base all’analisi sensoriale descrittiva con l’aiuto di un gruppo di 25 esperti. Al fine di confrontare le risposte ottenute dal pannello con le misurazioni strumentali, le analisi delle trame sono state eseguite nel modello di trazione a compressione. Sono state rilevate differenze significative in dieci degli undici attributi sensoriali valutati, indicando che gli ingredienti hanno profili sensoriali distinti. Gli attributi principalmente discriminatori per gli ingredienti analizzati sono: lucentezza, opacità, fluidità, freschezza, sbiancamento e residui oleosi.

Gli oli sono per lo più legati a residui oleosi e scivolosità durante gli estratti e sono principalmente legati agli attributi di brillantezza, fluidità e freschezza. Sia l’amido di tapioca che il burro di karitè erano correlati alla non fluidità, all’opacità e, inoltre, l’amido di tapioca era correlato alla freschezza. Questo studio è stato completato con un texturometer, con cui è stata valutata la correlazione opposta tra la fluidità dell’attributo sensoriale e l’indice coerente.

International Journal of Cosmetic Science (2020), 42(2), 156-166.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here