La teofillina come attivo anti ageing

La teofillina è un inibitore della fosfodiesterasi che viene utilizzato clinicamente per la terapia dell’asma. Inoltre, è riconosciuto come ingrediente cosmetico con possibili proprietà anti-invecchiamento e anti-ossidante, tuttavia il meccanismo d’azione sulla pelle umana è ancora scarsamente esaminato.

La teofillina (10 o 100 μM) è stata somministrata al terreno di coltura della pelle umana a spessore intero ex vivo per 24 o 72 ore, ed è stato osservato che stimola l’espressione proteica dei livelli antiossidanti di metallotioneina-1 e mRNA di collagene I e III.

Inoltre, la valutazione dell’immunoistologia della fibrillina-1 rivela una maggiore stabilità strutturale delle microfibrille cutanee.

La teofillina ha anche esercitato effetti di protezione extracellulare della matrice diminuendo i livelli di mRNA di MMP-2 e MMP-9, in parte antagonizzando gli effetti del menadione, il potente donatore di ROS tossico. È interessante notare che la teofillina ha anche aumentato il livello di melatonina prodotta per via intracutanea, che è il più potente neuromediatore per la protezione dei ROS e dei danni al DNA, e tendenzialmente ha aumentato l’espressione proteica di MT1, il recettore della melatonina.

L’attivo ha anche aumentato l’espressione della cheratina 15, il marker delle cellule staminali, nello strato basale epidermico, ma non ha modificato l’attività mitocondriale o la pigmentazione epidermica. Questo studio pilota, ex vivo sulla pelle umana, mostra che la teofillina possiede diverse interessanti proprietà protettive per la pelle, incoraggia ulteriori esami per valutare l’ingrediente come candidato topico per il trattamento anti-invecchiamento.

 International Journal of Cosmetic Science (2020), 42(1), 79-88.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here