Modulatori endocrini

man and row of the folders on white background
man and row of the folders on white background

Il 15 giugno, in conclusione del suo Impact Assessment, la Commissione ha divulgato i criteri scientifici per la definizione di sostanze con attività di modulatrici endocrine e due bozze di misure regolatorie, che trovano la loro applicazione rispettivamente nel Regolamento 528/2012 sui prodotti biocidi e nel Regolamento 1107/2009 sui prodotti fitosanitari. I criteri scientifici ricalcano la definizione data dal WHO/IPCS nel 2002, secondo la quale un modulatore endocrino è «an exogenous substance or mixture that alters function(s) of the endocrine system and consequently causes adverse health effects in an intact organism, or its progeny, or (sub)populations». Nella definizione, quindi, l’identificazione è basata sulla concomitanza dei 3 aspetti: la sostanza o miscela esogena deve provocare effetti avversi per la salute umana; deve avere un meccanismo d’azione endocrino; deve esistere un chiaro nesso causale tra l’effetto avverso e il meccanismo d’azione. Le misure in bozza pubblicate dovranno essere sottoposte agli iter procedurali, prima di essere formalmente adottate dalla Commissione Europea. Successivamente, tali misure dovranno essere formalmente approvate dal Parlamento e dal Consiglio europei, prima di essere adottate in modo ufficiale nei due Regolamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here