Le aziende stanno gradatamente scoprendo il potenziale del profumo nell’ambito delle strategie aziendali e stanno sempre di più sfruttando le potenzialità di questi prodotti per creare esperienze olfattive coinvolgenti e indimenticabili per i propri clienti. Questo cambiamento rivoluzionario coinvolge molteplici settori, in modi sorprendenti e innovativi.

Un profumo per rappresentare un marchio

Raja Rajamannar, direttore marketing di Mastercard, ha guidato un’iniziativa volta alla creazione di un’identità multisensoriale del marchio, coinvolgendo i consumatori in modo più profondo e inatteso. Ha, infatti, incaricato Dora Baghriche, profumiera senior di Firmenich, di creare due profumi ispirati ai cerchi rossi e arancioni tipici del logo di Mastercard, oltre ai concetti astratti di “passione” e “ottimismo”. Con queste premesse sono quindi nati Priceless Passion e Priceless Optimism, due profumi caratterizzati da note di rosa, erba dolce, arancia e vetiver.

L’olfatto nell’esperienza di marchi inaspettati

L’uso del profumo nei luoghi fisici, come parte delle strategie di marketing, non è invece una novità. Ad esempio, hotel e negozi di moda di lusso hanno da tempo cominciato a creare fragranze personalizzate per i propri spazi. Tuttavia, ciò che rende questa tendenza ancora più sorprendente è il fatto che ora anche aziende appartenenti a settori inaspettati stanno promuovendo l’olfatto come parte essenziale dell’esperienza del marchio: il ritorno dei clienti negli spazi fisici ha innescato e favorito questa tendenza.

I cinque sensi nella strategia del marchio

Secondo quanto riportato dal New York Times, Raja Rajamannar avrebbe sottolineato che i professionisti del marketing tradizionalmente hanno concentrato la loro attenzione solo sulla creazione di un’identità visiva per i marchi, come loghi e design, trascurando il potenziale coinvolgimento dei cinque sensi.

L’olfatto, spesso ignorato in settori come quelli delle assicurazioni e dei servizi finanziari, sta invece ora diventando un elemento cruciale nella strategia di marketing di questi settori.

Il legame profondo tra l’olfatto e la memoria evidenzia il potere e la capacità dei profumieri, come Dora Baghriche, nel riuscire a incidere speciali ricordi nei consumatori attraverso l’uso delle fragranze.

Le sfide dell’esclusività olfattiva

La creazione di una fragranza su misura per un marchio richiede un impegno finanziario significativo. I costi possono variare da qualche migliaio a decine di migliaia di dollari, a seconda della complessità e delle dimensioni dello spazio coinvolto.

A livello olfattivo, la chiave sta nel creare fragranze universali, che non risultino invadenti e siano gradevoli per una vasta gamma di persone e di culture.

Il futuro dell’identità di marca multisensoriale

Mastercard, pioniera nell’uso dell’olfatto come parte della propria strategia di identità multisensoriale, sta aprendo la strada per una nuova era di coinvolgimento dei consumatori attraverso l’olfatto.

Questa strategia mostra come l’identità di marca non si limiti più all’aspetto visivo, ma coinvolga tutti i sensi, creando un’esperienza completa e coinvolgente per il cliente. Questa tendenza rappresenta un cambiamento rivoluzionario nell’approccio al marketing e alla costruzione dell’identità di marca.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here