Shampoo condizionante: impatto delle interazioni polielettrolita-tensioattivo

Sono state condotte scansioni di frequenza per analizzare le proprietà reologiche del sistema a basse frequenze e la viscosità apparente del sistema sono state studiate a velocità di taglio elevate a diverse concentrazioni di sale e polimero.

Test di pettinatura a umido e test di attrito dei capelli sono stati eseguiti sul tensometro flessibile in miniatura Dia-stron MTT175 al fine di valutare gli effetti di condizionamento delle diverse formulazioni. Il sistema SLES-CapB da solo mostra una viscosità molto ridotta. I risultati mostrano che l’ggiunta di Merquat migliora la viscosità e le proprietà viscoelastiche del sistema SLES-CapB-Merquat indicando la presenza di interazioni elettrostatiche tra il tensioattivo e il polielettrolita.

L’aggiunta di sale ha avuto un impatto significativo sulla reologia del sistema in risposta dovuta all’effetto di schermatura della carica del sale. I dati sulla forza di pettinatura a umido indicano che il polielettrolita caricato si lega al substrato del capello determinando valori di forza di pettinatura ridotti dopo l’applicazione del prodotto.

L’aggiunta di olio di silicone alla formulazione sembrava aumentare notevolmente l’effetto di condizionamento della formulazione. Le interazioni di carica tra SLES, CapB e Merquat portano alla formazione di una rete integrata simile al gel, costruendo così la viscosità del sistema. Variazione di parametri, come polimero e sale, ha il potenziale per modificare la reologia del sistema e di conseguenza le proprietà di lubrificazione a umido del sistema.

International Journal of Cosmetic Science (2021), 43(2), 246-253

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here