Analisi elementi potenzialmente tossici nel make-up

L’uso quotidiano di prodotti cosmetici può potenzialmente esporre i consumatori a problemi cutanei localizzati ed effetti sistemici causati dall’assorbimento di elementi chimici.

I requisiti per un adeguato controllo di qualità e la valutazione e la definizione dei limiti massimi per gli elementi tossici e potenzialmente tossici nei cosmetici hanno attirato l’attenzione della comunità scientifica e delle istituzioni ufficiali di tutto il mondo. Perciò sono stati stabiliti limiti massimi per gli elementi chimici in alcuni cosmetici, ma si riscontrano talvolta disaccordi.

Nello stesso contesto, molti metodi analitici sono stati proposti in letteratura, ma permangono diverse sfide durante la preparazione del campione e le fasi di determinazione, legate all’elevata complessità della composizione delle matrici di tali prodotti. Per tali motivi risulta estremamente difficile stabilire metodi adeguati, liberi da interferenze, anche usando la tecnologia moderna.

In questa recensione, vengono presentati i metodi per determinare gli elementi tossici e potenzialmente tossici nei cosmetici usati per il trucco sulle labbra e nella zona perioculare, che coprono il periodo dal 2000; inoltre vengono anche discusse le tecniche che consentono l’analisi diretta e quelle che richiedono una fase di preparazione del campione prima dell’analisi stessa.

Questo lavoro si è concentrato sui cosmetici per il trucco sulle labbra e nella zona degli occhi perché i rischi di assorbimento percutaneo e ingestione orale di elementi tossici e potenzialmente tossici risultano più elevati rispetto ad altre regioni del corpo.

Anal Chim Acta. Feb 15;1098:1-26 (2020)

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here