Contributo di igiene orale e cosmetici nella dieta priva di glutine

L’unico trattamento disponibile per la celiachia (CD) è la dieta priva di glutine. Non è chiaro se la presenza di glutine nei prodotti per l’igiene orale e nei cosmetici applicati sulla bocca sia motivo di preoccupazione per i pazienti con CD. Lo scopo di questo studio era quello di testare il livello di contaminazione da glutine nell’igiene orale e nei prodotti cosmetici disponibili sul mercato italiano.

Un totale di 66 prodotti (dentifrici = 37, compresse dentarie = 2, collutori = 5, lip-balsamo = 10, rossetti = 12) etichettati senza glutine o con contenuto di glutine sconosciuto sono stati raccolti in modo casuale da diversi supermercati e farmacie. La quantificazione del glutine è stata determinata con il metodo ELISA R5 approvato dai regolamenti dell’UE.

Dei 66 cosmetici e prodotti per l’igiene orale, 62 prodotti (94%) sono risultati privi di glutine (livello di glutine <20 ppm), mentre 4 (6%) (dentifrici =3; rossetti =1) hanno mostrato un livello di glutine> 20 ppm (dentifrici: 20,7, 31,4 e 35 ppm; rossetto: 27,4 ppm). Nessuno dei prodotti selezionati presentava ingredienti derivati da grano, orzo o segale. La contaminazione da glutine non è attualmente un problema in una vasta gamma di cosmetici e prodotti per l’igiene orale presenti comunemente sul mercato.

J Pediatr Gastroenterol Nutr. 2019 Jan;68(1):26-29. doi: 10.1097/MPG.0000000000002129.

 di S.Rum e C. Lacapra

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here