Idratazione delle labbra? Come valutarla

(anna strea- unspalsh)

I prodotti per la cura delle labbra spesso incorporano oli e cere nelle loro formulazioni e un risultato desiderato derivante dal loro uso è quello di prevenire la secchezza e la ruvidità delle labbra e di contribuire a riparare questa condizione.

L’obiettivo

Era di combinare la spettroscopia Raman confocale con misure di capacità cutanea (corneometria) e perdita di acqua transepidermica (sistema a camera chiusa Aquaflux), nella valutazione del grado di idratazione e penetrazione nella pelle delle labbra di una cera di frutta (Rhus vernicula peel cera) e di un prodotto per la cura delle labbra a base di olio naturale (olio di cocco- Cocos nucifera- e olio di Olea europea), dopo una singola applicazione. Lo studio è stato condotto su un totale di 15 volontarie sane e le misurazioni strumentali sono state eseguite prima e 30 minuti, 2 ore e 6 ore dopo una singola applicazione del prodotto.

La funzione barriera cutanea delle labbra e l’idratazione delle labbra sono risultate significativamente migliorate e la penetrazione dell’olio d’oliva è stata mantenuta per almeno 6 ore dopo l’applicazione del prodotto.

La deposizione dei tre componenti lipidi (cera di frutti di bosco, olio di cocco e olio d’oliva) nello strato corneo, dopo una singola applicazione del prodotto per la cura delle labbra, è stata mantenuta e dati significativi per 2-6 ore dopo l’applicazione del prodotto.

La deposizione lipidica è stata considerata come un effetto positivo duraturo sulla pelle (depot») combinato con un profondo effetto idratante per circa 6 ore.

L’approccio «tri-metodo» adottato in questo studio è ritenuto pertinente e valido per misurare l’idratazione delle labbra, offrendo una valutazione complementare della funzione barriera della pelle delle labbra e degli effetti interattivi degli ingredienti cosmetici.

Int J Cosmet Sci Apr 19. doi: 10.1111/ics.12533

di C. Lacapra e S. Rum

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here