Impatto tossicologico, dermatologico e ambientale dell’oxybenzone

L’oxybenzone (benzophenone-3) è un contaminante umano e ambientale emergente utilizzato in creme solari e prodotti per la cura personale per contribuire a ridurre al minimo gli effetti dannosi delle radiazioni ultraviolette.

Il quarto rapporto nazionale sull’esposizione umana alle sostanze chimiche ambientali del Center for Disease Control ha dimostrato che circa il 97% delle persone testate presenta il composto nelle urine e scienziati indipendenti hanno segnalato varie concentrazioni nei corsi d’acqua e nei pesci in tutto il mondo. L’ossibenzone può anche reagire con il cloro, producendo sottoprodotti pericolosi che possono concentrarsi nelle piscine e negli impianti di trattamento delle acque reflue. Inoltre, le reazioni avverse potrebbero essere aumentate dal ciclo chiuso di ingerimento del pesce contaminato con oxybenzone e / o dal lavaggio dell’ingrediente dai nostri corpi e dal suo ritorno nell’acqua potabile, poiché gli impianti di trattamento non rimuovono efficacemente la sostanza chimica come parte dei loro protocolli di lavorazione.

Nell’uomo, il composto è stato segnalato per la possibilità di produrre reazioni allergiche da contatto e fotocontatto, come possibile distruttore endocrino, ed è stato collegato alla malattia di Hirschsprung. Dal punto di vista ambientale, l’ossibenzone ha dimostrato di produrre una varietà di reazioni tossiche nei coralli e nei pesci che vanno dallo sbiancamento dei reef alla mortalità.

Infine, con l’aumento dei tassi del cancro della pelle, e la disponibilità di principi attivi più efficaci come l’ossido di zinco micronizzato e il biossido di titanio, devono essere sollevati alcuni dubbi sul beneficio relativo alla prevenzione dei prodotti per la cura personale contenenti questo filtro e confrontati con la potenziale salute negativa e gli effetti ambientali causati dall’accumulo di questo e di altri prodotti chimici nell’ecosistema.

J Cosmet Dermatol. 2018 Feb;17(1):15-19. 

di C. Lacapra e S. Rum

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here