Iso E Super: nuovi orientamenti

Numerose materie prime di profumeria sono soggette, con importante frequenza, a valutazioni di diversa natura che si basano, soprattutto, sui dati emersi da studi sperimentali condotti dagli enti del settore come IFRA e RIFM e che recentemente ha portato a valutazioni anche per la materia prima Iso E Super.

La storia di Iso E Super inizia negli anni ’60: molti scienziati in tutto il mondo hanno studiato la chimica degli aromi ed esplorato composti con una struttura simile allo ionone, capostipite delle sostanze che determinano il profumo delle violette. Nel 1973, John B. Hall e James M. Sanders della società americana International Flavors & Fragrances (IFF), sintetizzarono un nuovo composto chimico. Lo brevettarono e lo chiamarono “Isocyclemone E”, successivamente hanno migliorato il metodo di sintesi e hanno creato una versione “raffinata” – Iso E Super.  Iso E Super possiede un odore secco, legnoso e simile al cedro, ma tradisce una sorprendente delicatezza e trasparenza, risultando distante dalla componente greve e metallica che caratterizza numerose note legnose. Attualmente la materia prima è indagata per il suo potenziale effetto sull’ambiente, e a tal fine EPA ha iniziato a condurre numerose valutazioni in tal senso.

La valutazione ambientale del CoRAP da parte della Francia per l’ambiente è in corso, compresa la comunicazione con le autorità francesi in merito alla loro revisione per BCF Bioconcentration Factor (solitamente stimato mediante il coefficiente di ripartizione ottanolo-acqua – logPow) e emivite in acqua e sedimenti senza ulteriori comunicazioni da parte loro. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente degli Stati Uniti (EPA) è responsabile della protezione della salute umana e dell’ambiente, si occupa di fornire assistenza tecnica per supportare la pianificazione del recupero della salute pubblica e delle infrastrutture, come gli impianti di trattamento delle acque reflue. A Febbraio 2021 EPA ha aperto una consultazione pubblica sulla materia prima Iso E Super, al termine della quale EPA elaborerà un’opportuna valutazione del rischio legata all’Iso E Super.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here