Le principali tendenze del packaging per il 2019

Mintel, nel suo ultimo report sul mercato del packaging ha evidenziato le sfide e le opportunità che avranno un impatto su produttori, aziende, marchi e rivenditori nel mercato dell’imballaggio in tutto il mondo, nei prossimi mesi e anni. Sono quattro le tendenze che la Società ha identificato: connected packaging, economia circolare, reinventare le confezioni, soprattutto in ottica plastic-free.

David Luttenberger, Global Packaging Director di Mintel, ha spiegato che il packaging connesso gode di un «rinnovato interesse» grazie alla crescita di Internet of Things (IoT). I marchi possiedono una «ricchezza di opzioni» per connettersi con i consumatori tramite il packaging, dai codici QR e le comunicazioni near field, all’identificazione a radio frequenza (RFID), al Bluetooth e alla realtà aumentata. La rapida ascesa del commercio elettronico ha avuto un impatto maggiore sul packaging rispetto a qualsiasi altra forza esterna negli ultimi decenni, l’e-commerce sta creando «esperienze illimitate» e ha insegnato ai brand che la messaggistica e il branding dovrebbero essere suddivisi tra il contenitore e ciò che è all’interno della scatola, con quest’ultimo che dovrebbe fornire agli utenti «sorpresa e gioia» quando aprono il pacchetto. Inoltre, i brand sarebbero anche in grado di ottenere significativi guadagni finanziari, sociali e di brand equity sfruttando ottimizzando il packaging con principi che sono radicati nel concetto di sostenibilità. Luttenberg ha ribadito che da una parte i consumatori sono diventati sempre più ostili verso la plastica, ma che sono anche riluttanti a perdere «la convenienza e i benefici» che porta. «I marchi dovrebbero agire ora, sia per garantire luoghi senza plastica passando a materiali di imballaggio sostenibili per l’ambiente, sia affrontando il dibattito, spiegando chiaramente i vantaggi degli imballaggi in plastica sul loro prodotto e affrontando i problemi dell’inquinamento da plastica con appropriate soluzioni del life pack «. La scarsa disponibilità di plastica riciclata di alta qualità, unita alle preoccupazioni sulla sicurezza alimentare, stanno ostacolando l’uso di materiale riciclato. Inoltre, la confusione sul riciclaggio rappresentano una barriera per alcuni consumatori. «In futuro, i marchi hanno l’opportunità di sensibilizzare i consumatori sui problemi di riciclaggio essendo parte della soluzione e impegnandosi a utilizzare materiale riciclato in un nuovo imballaggio», ha concluso Luttenberger.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here