Nuove tendenze della consumer & sensory science

Come cambia la percezione di un prodotto dall’inizio alla fine della porzione di consumo? Come si modifica il giudizio del consumatore? Come rilevare questi mutamenti? I dati di gradimento di un prodotto sono influenzati dalle condizioni di prova (in home, in test center ecc.) e dalle scale di misura adottate? Sono alcuni dei quesiti affrontati nel convegno «I sensi fanno capire»organizzato da Adacta e tenutosi a ottobre a Milano. L’obiettivo di Adacta è quello di proporre alle aziende e agli addetti ai lavori gli sviluppi metodologici più recenti e le opportunità più interessanti offerte dalla consumer & sensory science. Durante il convegno, infatti, sono stati presentati i «G.O.L.D. Bennchmark» di Adacta, ovvero i valori di riferimento (norms) del livello di gradimento di un gran numero di prodotti di largo consumo, principalmente alimentari, ma non solo. Sono state, infatti, illustrate anche le metodologie di valutazione sensoriale applicate all’ambito non-food, per esempio il caso delle creme idratanti e dei detersivi. Il convegno è stato l’occasione per approfondire il valore dell’analisi sensoriale come valida integrazione delle ricerche sulle preferenze del consumatore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here