Studio su un modello di cute cinese

Uno studio cinese ha utilizzato un modello di cute umana per validare un metodo predittivo in-vitro basato sull’analisi dell’espressione genica per valutare la capacità foto-protettrice di formule cosmetiche solari. In particolare, il modello utilizzato è basato su pelle ricostruita con fibroblasti e cheratinociti isolati da cute cinese.

Tale modello è stato esposto a diverse dosi di radiazioni diurne di raggi UV (DUVR): ogni volta è stata esaminata la risposta trascrittomica delle varie cellule legata a tale esposizione e i geni coinvolti.

In un secondo tempo il team ha validato la metodologia per poterla utilizzare nei confronti di varie formulazioni solari. Il modello di cute ricostruita è molto simile dal punto di vista istologico a quella umana: ha quindi mostrato diverse alterazioni del trascrittoma, legate per lo più a processi ossidativi, infiammazione e rimodellamento della matrice extracellulare. Tali cambiamenti sono stati a loro volta utilizzati per identificare le formule solari più adatte a proteggere la cute dalle radiazioni UV.

In questo studio i ricercatori hanno dimostrato che la quantificazione della modulazione genetica in cute ricostruita è uno strumento utile e sensibile per predire gli effetti di un prodotto foto-protettivo.

Liu, Y. , Wang, R. , He, X. , Dai, H. , Betts, R. J., Marionnet, C. , Bernerd, F. , Planel, E. , Wang, X. , Nocairi, H. , Cai, Z. , Qiu, J. and Ding, C. (2019), Validation of a predictive method for sunscreen formula evaluation using gene expression analysis in a Chinese reconstructed fullthickness skin model. Int J Cosmet Sci. Accepted Author Manuscript. doi:10.1111/ics.12518

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/ics.12518

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here