Un nuovo metodo per calcolare i KE-2

Uno studio giapponese ha ideato un metodo altamente accurato per definire gli eventi chiave di un processo di sensibilizzazione (KE-2) e per definire la dose dell’ARE (Antioxidant response element), necessaria per valutare il potenziale sensibilizzante delle sostanze chimiche. Il metodo si chiama α-Sens e si basa sul test “dual luciferase assay” per determinare l’ARE Activity.

Il metodo è stato valutato su 28 sostanze chimiche, 19 note per essere sensibilizzanti e 9 per non esserlo. Confrontato con i risultati del Local Lymph Node Assay, il nuovo saggio ha dimostrato di avere una accuratezza del 96%, una sensibilità del 95% e una specificità del 100%.

In particolare, i risultati sono stati chiaramente positivi per il benzoato di fenile e per l’eugenolo, due sostanze per le quali i test KeratinoSensTM e LuSens portano a falsi negativi. Lo studio, pubblicato sulla rivista Toxicology, suggerisce che il metodo permetterebbe di ottenere una migliore capacità predittiva delle sostanze sensibilizzanti rispetto ai metodi già in uso per individuare il KE-2.

Yosuke Maeda, MasahiroTakeyoshi, Takehisa Chuma, Hiroyuki Iwata. α-Sens: the improved AER-Nrf2-based sensitization screening assay using normalized transcriptional activity. Toxicology. Disponibile online il 23 aprile 2020. Doi: https://doi.org/10.1016/j.tox.2020.152476.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here