Emendamenti sui prodotti cosmetici in Nuova Zelanda

In Nuova Zelanda, il Cosmetic Products Group Standard (CPGS) regola prodotti cosmetici, tra cui make-up, prodotti da bagno, creme solari, prodotti per l’igiene orale e altri prodotti per la cura personale che contengono sostanze pericolose. Gli emendamenti proposti seguono le modifiche apportate alla legislazione dell’Unione europea, ovvero alla direttiva dell’Unione europea sui prodotti cosmetici, che è strettamente basata sul Gruppo Standard, e il nuovo regolamento dei prodotti cosmetici, che sostituirà la direttiva a partire dal 2013. I principali emendamenti includono le seguenti proposte:

– l’etichettatura deve comprendere l’origine di tutti i produttori o informazioni batch code per garantire che i consumatori o le autorità di regolamentazione siano in grado di identificare qualsiasi prodotto soggetto a richiamo.

– i nanomateriali dovranno essere chiaramente indicati nella lista degli ingredienti del prodotto e saranno seguite dalla parola “nano” tra parentesi.

– se un fabbricante, un importatore o un distributore viene a conoscenza che un prodotto cosmetico presenta un rischio per la salute umana, dopo che è stato immesso sul mercato della Nuova Zelanda, deve notificare all’ Environmental Protection Authority (EPA) e fornire informazioni circa la non conformità e le misure correttive adottate.

– l’adozione delle definizioni dell’UE per “conservante”, “coloranti” e “filtro UV”.

L’EPA ritiene che una norma di gruppo per i prodotti cosmetici è uno strumento più efficace per gestire i rischi associati a queste sostanze.  A seguito della consultazione pubblica, l’EPA esaminerà gli emendamenti proposti alla luce delle osservazioni ricevute, prima di decidere quali cambiamenti adottare. L’adozione di nuove norme dovrebbe avvenire entro giugno 2012.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here