Esposizione al dentifricio e consumi

Lo scopo del presente studio era quello di valutare il consumo e l’esposizione al dentifricio nelle famiglie francesi, lasciando i consumatori liberi di usare il proprio prodotto a casa secondo le proprie abitudini.

I dati di consumo sono stati raccolti su 104 famiglie e, in particolare, hanno partecipato allo studio 206 adulti (103 donne e 103 uomini) e 195 bambini di età compresa tra 2 e 17 anni. Analizzando i risultati sono state evidenziate le differenze nel consumo di dentifricio a seconda del sesso e dell’età; per esempio, i dati sulla frequenza sono risultati più alti nelle donne adulte (2,0 day-1 in media) rispetto agli uomini adulti (1,8 day-1 in media); inoltre, i dati sulla quantità utilizzate erano più alti negli uomini adulti (1,2 g in media) rispetto alle donne adulte (in media 0,9 g).

La frequenza d’uso e la quantità di dentifricio usato per applicazione aumentavano con l’età.

I bambini di età compresa tra 2 e 6 anni sono risultati i più esposti al dentifricio con un valore di P95 pari a 8,2 mg/kg bw/giorno.

Il valore dell’esposizione P95 dell’adulto era pari a 2,8mg/kg bw/giorno e i valori dell’esposizione sono risultati dello stesso ordine di grandezza per entrambi i sessi nei bambini e negli adulti. Questi nuovi dati saranno utili per i valutatori della sicurezza, in particolare per aumentare i dati a disposizione sui bambini, che attualmente rimangono scarsi.

Food Chem Toxicol. – Aug;118:24-31 (2018)

di C. Lacapra e S. Rum

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here