Indonesia: obblighi per i prodotti Halal

Il mercato indonesiano ha una popolazione di 261 milioni di persone, e vanta anche la più grande popolazione musulmana del mondo: 227 milioni. La Legge n. 33 del 2014 – Halal Product Assurance, riguarda secondo l’art. 1:

I prodotti che sono beni e/o servizi correlati a prodotti alimentari, bevande, farmaci, cosmetici, prodotti chimici, prodotti biologici, prodotti geneticamente modificati, nonché beni di consumo che vengono indossati, o utilizzati dal pubblico. Tale legge entra in vigore nel 2019, e ciò porterà all’etichettatura e alla certificazione obbligatorie di tutti gli alimenti, bevande, droghe, prodotti chimici e, ovviamente, cosmetici venduti in Indonesia come Halal. La legge richiederà chiarezza per quanto riguarda le materie prime utilizzate, le attrezzature e la lavorazione e la formulazione del prodotto finale. Gli ingredienti devono essere rintracciabili dall’origine e qualsiasi manipolazione nei punti di destinazione deve essere considerata. Quindi si hanno audit di impianto e le aggiunte, come le fragranze devono essere Halal (per esempio, le fragranze non devono contenere alcol). Per i prodotti cosmetici, come anche per altri, l’accreditamento sarà dato solo se la linea di produzione è dedicata esclusivamente ai cosmetici Halal. L’ente per l’autorizzazione alla certificazione Halal sarà l’Halal Product Assurance Orgnizing (Badan Penyelenggara Jaminan Produk Halal – BPJPH), che sostituirà l’Indonesia Ulama Council (MUI). I certificati BPJPH saranno validi per quattro anni, a differenza di due sotto MUI, e per quelle aziende certificate sotto MUI, ci sarà una fase di transizione durante la quale questi certificati saranno riconosciuti da BPJPH fino alla scadenza.

– Nella domanda di certificazione Halal devono essere incluse le seguenti informazioni:

* Dettagli dell’operatore commerciale;

* Nome del prodotto e tipo di prodotto;

* Materiali utilizzati nel prodotto;

* Processo (i) di produzione del prodotto.

La tassa di iscrizione si basa sulla dimensione e il tipo di industrie, che attualmente vanno da Rp.2.000.000 (circa USD 150) a Rp.4.500.000 (circa USD 337), per prodotto. (Si prega di fare riferimento al sito Web sotto Riferimenti per maggiori dettagli).

– Gli operatori economici che hanno ottenuto la certificazione Halal sono obbligati a:

* Allegare un’etichetta Halal sui prodotti che hanno ottenuto la certificazione Halal;

* Mantenere la «Halalness» del prodotto (s);

* Separare il luogo, il luogo e le attrezzature per preparare, elaborare, immagazzinare, confezionare, distribuire, vendere e presentare prodotti halal da prodotti non halal;

* Rinnovare il certificato halal prima che scada;

* Riporta le modifiche della composizione del materiale al BPJPH.

BPJPH istituisce l’Halal Examination Agency (Lembaga Pemeriksa Halal, LPH) per occuparsi di ispezione o test di prodotti Halal. LPH nomina un auditor Halal per eseguire ispezioni o test. I rapporti di ispezione o di prova devono essere presentati dall’ LPH al BPJPH. Una volta approvata la domanda, BPJPH rilascerà la certificazione Halal al richiedente entro 7 giorni lavorativi dalla data di approvazione. Il certificato Halal avrà una validità di 4 anni e deve essere rinnovato 3 mesi prima della scadenza. È interessante notare che i prodotti provenienti dall’estero con regolamento Halal estero potrebbero essere riconosciuti in Indonesia, anche se questo non è automatico ed è soggetto alla cooperazione tra i governi coinvolti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here