Parere preliminare SCCS sul salicilato di metile

Alla luce dei dati forniti e tenuto conto del parere del Risk Assessment Committee (RAC) dell’ECHA sul salicilato di metile e della prevista nuova classificazione come tossico per la riproduzione di Categoria 2 (in base ad un aggiornamento dell’allegato VI Reg. 1272/2008), lo Scientific Committee on Consumer Safety (SCCS) nel suo Parere Preliminare SCCS/1633/21 ha considerato il salicilato di metile sicuro se utilizzato nei prodotti cosmetici fino alle concentrazioni massime previste nel fascicolo presentato dal richiedente come dettagliato nella tabella 1, ad eccezione dei collutori utilizzati da bambini di età inferiore a 10 anni.

l salicilato di metile deve essere considerato un debole sensibilizzante della pelle nell’uomo e irritante per gli occhi.

Inoltre, l’SCCS esprime altre preoccupazioni relative all’uso del salicilato di metile: il salicilato di metile può essere utilizzato in prodotti di consumo diversi dai cosmetici, come prodotti per la pulizia della casa, prodotti per la cura dell’aria, biocidi (ad es. disinfettanti, prodotti per il controllo dei parassiti), lucidanti e cere, che possono aumentare la dose di esposizione sistemica e possibilmente superare il livello di sicurezza.

Il metil salicilato verrà metabolizzato nell’organismo in acido salicilico, anch’esso classificato come reprotossico e utilizzato nei prodotti cosmetici (cfr. parere 27 SCCS/1601/18). Pertanto, l’esposizione combinata a prodotti cosmetici contenenti vari salicilati può aumentare la dose di esposizione sistemica e possibilmente superare il livello di sicurezza.

L’SCCS rileva inoltre che l’olio Wintergreen utilizzato nei prodotti cosmetici può contenere fino al 99% di salicilato di metile. Pertanto, nel calcolo del contenuto di salicilato di metile in un prodotto cosmetico, va considerata anche l’eventuale frazione proveniente dall’olio di Wintergreen.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here