Le novità della Scuola di Profumeria 2020

All’avvio “La Scuola di Profumeria”, il corso di alta formazione di Accademia Tecniche Nuove e Università di Ferrara per tutti coloro che vogliono diventare professionalmente esperti in profumi.

Il profumo di un prodotto è in grado di orientare le scelte del mercato. Il corso fin dalle sue prime edizioni è stato destinato a chi lavora nel settore cosmetico. Tuttavia, il suo target è ben più ampio, in quanto il profumo è rilevante in numerosi altri ambiti.

Prof.ssa Claudia Scattolini

Oltre che nei cosmetici di uso quotidiano, come i prodotti per la detergenza o le creme corpo, in cui il profumo ha un peso notevole nella scelta, c’è tutta l’area dei prodotti per la cura della casa”, afferma infatti la fragrance designer Claudia Scattolini, una delle docenti del corso nonché coordinatrice didattica. “A partire dagli ammorbidenti e detersivi per il bucato, in cui la parte olfattiva è fondamentale. Fino alla profumazione inserita nei prodotti di gomma, come i giochi e altro. È, quindi, interessante per chi formula conoscere meglio il mondo della profumazione, anche per questi prodotti che tradizionalmente hanno fragranze un po’ conformiste”.

Iscriviti alla Scuola di Profumeria 2020

Prof. Stefano Manfredini

ATTENZIONE AGLI ESORDIENTI
Nelle edizioni passate “abbiamo avuto una elevata partecipazione da parte di figure professionali già inserite nel mondo dell’industria cosmetica, nonché di molti farmacisti, vista l’importante evoluzione delle vendite dei profumi in farmacia”, sostiene Giovanni D’Agostinis, l’altro coordinatore didattico e promotore del corso insieme a Stefano Manfredini, dell’Università di Ferrara, che ne è il direttore. Anche in questa edizione il corso è rivolto a chi già lavora nel settore, ma da quest’anno viene dedicata particolare attenzione a chi entra per la prima volta nel mondo delle fragranze. Spiega infatti D’Agostinis che “la novità di quest’anno è la possibilità, per chi attraverso questo corso si affaccia per la prima volta al mondo cosmetico, di svolgere stage in aziende del settore a completamento del percorso svolto ed avendo i requisiti e le attitudini particolari. Vogliamo in questo modo contribuire ad avvicinare all’industria cosmetica i giovani interessati a lavorare nel settore, per offrir loro un’ulteriore opportunità. Il nostro intento rimane sempre quello di scoprire una persona di straordinario talento, da avvicinare alla carriera di profumiere il che rappresenterebbe un orgoglio per noi e un vero colpo di fortuna per tale persona”.

Giovanni D’Agostinis

CRESCITA PROFESSIONALE
Per quanto riguarda invece chi ha già avviato una carriera “questo corso può davvero dare un contributo concreto alla crescita professionale degli addetti del settore” – afferma D’Agostinis, perché – conoscere le tendenze è fondamentale per differenziarsi in un panorama di proposte spesso livellato su accordi olfattivi molto convenzionali”.
La Scattolini fa notare che questo corso è “un’offerta di formazione molto specifica e completa che manca in tutti i percorsi formativi di cosmetologia: nei corsi di laurea e nei master il profumo non viene praticamente trattato. Da questo deriva una tendenza nel mondo produttivo a riprodurre sempre gli stessi profumi da parte di chi lavora alla formulazione di cosmetici: se non c’è una richiesta particolare del cliente i terzisti propongono spesso ciò di cui già dispongono”. E proprio per questo, fa eco D’Agostinis, “tra le figure delle aziende cosmetiche che possono avere il massimo interesse nel partecipare a questo percorso formativo non c’è solo chi si occupa di formulazione, ma anche chi opera in area marketing. Penso ad esempio alla figura molto importante del valutatore delle fragranze, che è la persona del marketing da cui dipende la scelta della profumazione di un certo prodotto. Queste figure devono conoscere a fondo il mondo della fragranza, le famiglie olfattive, le tendenze olfattive del mercato, tutti aspetti che hanno una importanza vitale nel marketing del prodotto finito, perché spesso una profumazione azzeccata contribuisce concretamente al successo di un prodotto. La preparazione sulla parte olfattiva, non a caso, è molto considerata nel settore”.

RICHIEDI INFO SULLA SCUOLA DI PROFUMERIA

AMPLIARE ORIZZONTI
La Scattolini sottolinea che La Scuola di Profumeria “è un corso professionalizzante. Innanzitutto, si rivolge a chi già lavora e vuole completare la propria formazione. Dai farmacisti, che magari già si cimentano a fare cosmetici in farmacia, agli addetti che nelle aziende si occupano di cosmetici, di profumi o di oli essenziali, o anche di materie prime, fino ai tecnici di laboratorio. Inoltre, alcuni professionisti di campi apparentemente non collegati potrebbero trarne spunti notevoli: per esempio gli architetti di interni, considerando l’importante tendenza delle profumazioni di ambiente. Questo corso può fornire elementi per creare prodotti più adatti a quello che richiede il mercato, o comunque ad avere una attenzione maggiore al discorso profumo, in tutti i campi. Tanti settori trarrebbero vantaggio da una maggiore attenzione ai profumi. Non è un discorso ristretto ai soli cosmetici”.

TEORIA E PRATICA
“Il corso – spiega la Scattolini – è strutturato in due blocchi: uno online e uno frontale in laboratorio. C’è grande richiesta di attività in laboratorio. Però la teoria è propedeutica, non si può prescindere da una puntuale conoscenza delle basi teoriche. Stiamo comunque pensando, per il futuro, di aggiungere un ulteriore modulo di laboratorio a sé stante, rivolto a chi ha già affrontato il corso in precedenza”. D’Agostinis ricorda che il corso nelle sue edizioni passate “è stato un successo non solo per l’affluenza di appassionati e professionisti, ma soprattutto perché molte persone ne hanno avuto un vantaggio professionale, e alcuni sono riusciti ad entrare nelle aziende”.

Iscriviti alla Scuola di Profumeria 2020

STRUTTURA DEL CORSO
La Scuola di Profumeria
Corso di alta formazione professionale
Direttore del corso: Prof. Stefano Manfredini.
Coordinatori didattici: Dottor Giovanni D’Agostinis; Dott.ssa Claudia Scattolini.
Responsabile scientifico: Dott. Giovanni D’Agostinis.

Programma del corso
Dalle materie prime alle fragranze – Formazione a Distanza (FAD); 8 moduli propedeutici alla formazione residenziale
Dalle fragranze al profumo – Formazione Residenziale (in aula); 3 incontri nella giornata di domenica (5 aprile, 17 maggio, 7 giugno)

Sede delle lezioni: Accademia Tecniche Nuove, Via Eritrea 21 Milano
Date: 5 aprile 2020; 17 maggio 2020; 7 giugno 2020
Orario: dalle 9.00 alle 17.30

La frequenza e il superamento dei test del corso online “Dalle materie prime alle fragranze” sono propedeutici alla formazione residenziale. L’attività in aula, grazie al continuo scambio con gli esperti, sarà mirata all’acquisizione di conoscenze di natura applicativa utilizzabili nell’ambito lavorativo e professionale. Le lezioni frontali saranno svolte con l’ausilio di esercitazioni e strumenti volti alla facilitazione dell’apprendimento degli argomenti esposti.

Il corso è a numero chiuso, massimo 21 partecipanti.
La quota comprende:
corso di formazione a distanza (online)
+ corso residenziale (in aula)
+ materiale didattico e per le esercitazioni
+ coffee break e light lunch (per il corso in aula)
+ Kit con 60 materie prime in soluzione alcolica

RICHIEDI INFO SULLA SCUOLA DI PROFUMERIA

Richiedi informazioni
Iscriviti alla nuova edizione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here