Petizione alla UE: messa al bando degli animali per test cosmetici

Ventisette “conigli bianchi” su Bruxelles per consegnare una petizione di 350.000 firme a John Dalli, commissario europeo perla Salutee la politica dei consumatori, per contribuire a porre fine alle sofferenze degli animali utilizzati per testare cosmetici venduti nell’Unione europea. I firmatari vestiti da conigli bianchi, appunto 27 uno per ogni Stato membri, fanno parte della campagna di Humane Society International per vietare la vendita di prodotti cosmetici testati sugli animali entro il 2013. L’UE ha vietato la sperimentazione sugli animali per i cosmetici nel 2009, ma gli ingredienti possono ancora essere testati sugli animali in altri Paesi come Brasile, Cina e USA e poi essere aggiunti ai prodotti cosmetici venduti nei negozi europei. Il divieto di vendita di questi prodotti cosmetici testati sugli animali entrerà in vigore nel marzo 2013. Poiché l’UE è il più grande mercato al mondo per vendite di cosmetici, il divieto creerebbe un forte incentivo finanziario per le aziende cosmetiche per fermare la sperimentazione sugli animali. Tuttavia, il commissario Dalli sta esaminando una proposta che mette a repentaglio il divieto, dando alle società di cosmetici una scappatoia per continuare a trarre profitto dalla sofferenza degli animali. Una lotta etica in Europa, visto che migliaia di ingredienti che sono già noti e disponibili fanno la fortuna di diversi cosmetici senza bisogno di inutili test animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here