PCPC: EPR negli Stati Uniti

Personal Care Products Council (PCPC) valuta la responsabilità estesa del produttore (EPR), come un approccio politico innovativo, che emerge in diversi Stati americani, per affrontare le crescenti preoccupazioni sui rifiuti.

PCPC riconosce che per sviluppare programmi EPR efficaci occorre: aumentare la diversificazione e il recupero dei rifiuti; ridurre i costi governativi; incorporare nel costo del prodotto i costi di riciclo e gestione della fine vita; migliorare la progettazione dei prodotti per ridurre l’impatto ambientale.

Nel 2022, sono più di 15 gli Stati che hanno già introdotto una legislazione sugli imballaggi EPR. L’EPR sta emergendo come una considerazione chiave nella progettazione e nello sviluppo per il packaging di cosmetici e prodotti per la cura personale, anche quando non è previsto dalla legislazione.

In quest’ottica PCPC supporta programmi EPR statali che abbracciano i seguenti principi:

responsabilità condivisa: i costi e gli obiettivi di riduzione dovrebbero essere condivisi tra produttori, comuni e altri attori della catena del valore;

-dare priorità alle infrastrutture: i finanziamenti ai produttori dovrebbero essere indirizzati verso infrastrutture che aumentino il recupero degli imballaggi e l’uso circolare;

trasparenza e responsabilità: adeguati sistemi di rendicontazione, monitoraggio e audit indipendenti dovrebbero garantire la conformità del produttore, la responsabilità statale dei costi amministrativi e la salute finanziaria generale del programma;

-accesso dei produttori ai materiali: i produttori dovrebbero avere un accesso equo e privilegiato all’acquisto di materiali riciclati a sostegno del riciclo a circuito chiuso.