I consumatori attenti al prodotto, si aspettano e hanno diritto a prodotti cosmetici di qualità. Non sorprende quindi che l’enorme interesse, l’appeal e la domanda di prodotti Kosher stia crescendo rapidamente.

I consumatori dei prodotti certificati Kosher li considerano di qualità e standard più elevati, il simbolo della certificazione Kosher, garantisce l’aderenza agli standard elevati di qualità senza compromessi.

Nell’opinione pubblica, il simbolo Kosher su una confezione rappresenta più di un prodotto conforme a rigorosi standard religiosi. È considerato un marchio indipendente di verifica della qualità, integrità e purezza.Cosmetici_Kosher_cosa_sono

In questo articolo parleremo di:

  • Cosa significa Kosher
  • La certificazione Kosher
  • Il mercato

Potrai approfondire l’argomento anche grazie alla Monografia di Kosmetica Cosmesi Kosher disponibile qui in download gratuito.

Che cosa significa Kosher

Kosher è un termine ebraico che viene utilizzato per definire gli alimenti che possono essere ingeriti.

Per estensione anche i prodotti cosmetici che entrano in contatto con la pelle e possono penetrare nel corpo devono essere kosher.

Come spiegato in maniera dettagliata nella monografia di Kosmetica«Cosmesi Kosher», (che qui vi proponiamo in download gratuito), la certificazione kosher è stata creata per identificare il cibo ammesso dalle regole alimentari ebraiche, deriva da una tradizione millenaria che si basa sui libri sacri del popolo ebraico e nella tradizione rabbinica.

Attualmente, questa certificazione, è sempre più richiesta anche per i prodotti cosmetici e materie prime necessarie per produrli e anche i consumatori che non professano la fede ebraica, ma basano le loro decisioni di acquisto sull’eticità del processo di produzione e degli ingredienti, quindi tutti quegli acquirenti che ricercano claim «free from» o «cruelty free», «Ogm free» trovano nei prodotti certificati Kosher la garanzia che il cosmetico rispetti ciò che riporta la dichiarazione del produttore, ciò grazie alla severa procedura per ottenere la certificazione.

Come si ottiene la certificazione Kosher

Come abbiamo detto, Kosher si riferisce a una serie di intricate leggi bibliche che dettagliano i tipi di cibo che una persona ebrea può mangiare e le modalità in cui può essere preparato, questo è vero anche per chi produce cosmetici o materie prime per produrli.

Il processo di certificazione, da parte dell’organizzazione religiosa, verifica che gli ingredienti, il processo produttivo e/o il servizio degli alimenti siano conformi agli standard del Kasherùt.

L’agenzia di certificazione impiega un Mashgichim (supervisore rappresentante dell’organizzazione Kasherùt) per effettuare visite periodiche e controllare il processo di produzione, al fine di verificarne la conformità.

Il risultato finale sarà la possibilità, per l’azienda certificata, di esporre sui propri prodotti l’Hechsher («sigillo di approvazione»). La certificazione, nel tempo, si è estesa anche a prodotti non alimentari, in particolare ai cosmetici. Qualsiasi prodotto cosmetico contente alcool etilico non viene preso in considerazione, poiché la tipologia della miscela alcolica è sconosciuta e potenzialmente taref (il contrario di kasher, cioè non conforme). Durante l’acquisto di un nuovo prodotto cosmetico kosher da impiegare durante il periodo pasquale, le donne devono fare attenzione a circa tre dozzine di ingredienti, tra cui sciroppo di mais, grano, segale e avena.

Il mercato dei cosmetici Kosher

Il maggior mercato per i prodotti Kosher è rappresentato dagli Stati Uniti d’America, dove si contano circa 35 milioni di consumatori non ebrei, mentre questi ultimi sono circa 12 milioni, a cui sono offerti circa 195 mila prodotti certificati.

Anche in Europa il mercato per questi prodotti è in espansione. Questa crescente consapevolezza dei consumatori offre interessanti opportunità per le grandi e piccole imprese e per i rivenditori interessati a questo mercato. La crescente consapevolezza dei consumatori verso uno stile di vita «etico» e la crescente problematica della cosiddetta pelle sensibile, rappresentano driver di crescita per questo mercato.

Cosmesi Kosher: clicca e scarica la monografia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here