Meccanismi di penetrazione dai tensioattivi anionici nella pelle

Una volta penetrati nello strato corneo, i tensioattivi anionici si legano e denaturano le proteine ​​dello strato corneo, nonché intercalano dentro e fuor i lipidi intercellulari. Con esposizioni ripetute, questo porta a secchezza della pelle e irritazione, compromettendo la funzione di barriera e la salute della pelle.

I meccanismi di penetrazione del tensioattivo anionico nella pelle, tuttavia, sono ancora ampiamente dibattuti. L’obiettivo di questo studio era di valutare le attuali teorie sulla penetrazione del surfattante nella pelle umana.

Né le teorie di penetrazione dei monomeri né delle micelle sono sufficienti a spiegare la penetrazione di tensioattivi anionici nella pelle umana.

La teoria della penetrazione di aggregati submicellari (o premicellari) è difficile da difendere in concentrazioni rilevanti del surfattante. Viene cosi proposta una nuova ipotesi per questo meccanismo in cui la penetrazione a breve termine è basata sul monomero e la penetrazione a lungo termine si basa sul danno indotto dal surfattante alla barriera cutanea.

International Journalof CosmeticScience (2019), 41(1), 55-66

di S.Rum e C. Lacapra

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here